ContentMap

GTranslate

Home Sampierdarena Luoghi da visitare Santa Maria della Cella
GENOVA -SAMPIERDARENA
Santa Maria della Cella PDF Stampa

Santa Maria della Cella

Zona: Genova
Quartiere - Località : Sampierdarena - Ponente
Edificata nel: XI sec. - Parrocchia dal: 1128
Via G. Giovanetti - 16149
Genova Sampierdarena (GE)
Tel: 010 463420

 

La Chiesa di Santa Maria della Cella fu edificata tra il 1206 e il 1213 come chiesa gentilizia della famiglia dei Doria1 che ottenne il giuspatronato della cappella maggiore, trasformata nel corso del XVI-XVII secolo in sacrario di famiglia. A questa data, si aggiungono altre importanti modifiche quali la sistemazione degli altari, delle tombe, e l'edificazione della cupola che risale al 1639.

Con la venuta delle truppe napoleoniche e la caduta della Serenissima Repubblica di Genova (1797)2, le leggi istituite durante la dominazione francese3 portarono la soppressione di conventi e molti ordini religiosi furono allontanati dalle loro sedi ecclesiastiche. Santa Maria della Cella che in quest'epoca era sede degli Agostiniani4, divenne chiesa parrochiale e al suo interno furono ospitate molte opere provenienti da altre comunità religiose come il pregevole dipinto del SS. Salvatore (XVI-XVII sec) oggetto di profonda  devozione popolare. Si racconta che venne eseguita da un soldato oltremontano del corpo di guardia della Lanterna, e poi posta in una cappella vicino alla guarnigione del luogo.

Nel corso dell'Ottocento con le grandi trasformazioni conseguenti allo sviluppo industriale, la chiesa ebbe nuovi interventi di abbellimento. Ad opera dell'architetto Angelo Scaniglia (1850) lo spazio interno della chiesa venne allungato e la facciata principale (1896) fu rimodernata secondo il gusto neoclassico5 dell'epoca.

L'ambiente interno è scandito da tre navate6, quella centrale è decorata da affreschi di epoca ottocentesca tra cui merita ricordare il riquadro eseguito dal celebre pittore sampierdarenese Nicolò Barabino7 (1832-1891), raffigurante San Martino riceve l'ordinazione religiosa da Sant'Ilario di Poitiers che raffigura uno degli episodi della vita di San Martino, a cui è dedicato il nome di uno dei quartieri storici del borgo. Dello stesso artista si può si ammirare la pregevole Madonna dell'Ulivo, posta nella cappella laterale dell'altare maggiore.

Gli altari delle cappelle laterali conservano opere di celebri artisti genovesi del XVI e XVII secolo, che impreziosiscono e documentano l'importanza della chiesa come epicentro di culto religioso sampierdarenese.

Tra le opere del XVI secolo si ricorda il dipinto della Vergine con il Bambino e San Giovanni  Battista di Luca Cambiaso8 (1527-1585) commissionata dalla famiglia Salvago per la propria cappella poi diventata Battistero; la pala di Lazzaro Calvi9 (1512–1587) San Martino dona il mantello al povero; i tondi di Domenico Fiasella10(1589-1669) allievo del Cambiaso, dedicati ai Misteri del Rosario che circondano la statua mariana di Tommaso Orsolino11 (1587-1629).

Tra gli artisti del XVII secolo si ricorda Gio. Benedetto Castiglione detto il Grechetto12 (1609-1665), autore della Visione mistica di San Bernardo di Chiaravalle, patrono della Repubblica di Genova raffigurata sullo sfondo del dipinto. Un altra opera che merita di essere ricordata è quella di Anton Maria Piola13 (1654-1715) raffigurante i Santi Ignazio di Loyola e San Francesco Saverio che proveniva dalla chiesa di San Pietro in Vincoli di Salita Belvedere, ora posta vicino alla Madonna dell'Ulivo del Barabino.

Tra le opere scultoree si segnalano i busti sepolcrali dei Doria opera di Taddeo Carlone14 (1543-1613) scultore ticinese attivo a Palazzo Principe per la famiglia dei Doria, mentre sulla volta il ciclo degli affreschi con le Storie della Vergine tratto dai Vangeli Apocrifi15 sono opera del Fiasella.

 

 

 

 

Bibliografia

1. Famiglia dei Doria

2. Periodo napoleonico, Repubblica Ligure - tratto da Wikipedia

3. Raccolta delle leggi ed atti del corpo legislativo della Repubblica Ligure.... .....Genova, 1798,  Vol II,  p.163 - Tratto da Google libri

4. Ordine Agostiniano - tratto da Wikipedia

5. Neoclassicismo - tratto da Wikipedia

6. Navata - tratto da Wikipedia

7. Nicolò Barabino - tratto da Wikipedia

8. Luca Cambiaso - tratto da Wikipedia

9. Lazzaro Calvi - tratto da Wikipedia

10. Domenico Fiasella - tratto da Wikipedia

11. Tommaso Orsolino -  Guida artistica per la città di Genova, di F. Alizeri, Vol. I ; Notizie de' professori del disegno....Filippo Baldinucci, Domenico Maria Manni, 1812, p. 430

12. Gio Benedetto Castiglione - tratto da Wikipedia

13. Anton Maria Piola - Vite de' pittori, scultori ed architetti genovesi tomo secondo scritto da Carlo Giuseppe Ratti. Pittore, e socio delle Accademie Ligustica e Parmese in continuazione dell'opera di Raffaele Soprani, 1769, Stamperia Casamara, p. 49 - - tratto da Google Libri

14. Taddeo Carlone - tratto da Wikipedia; per la committenza dello scultore per la famiglia dei Doria vedi Palazzo Principe

15. Vangeli Apocrifi - tratto da Wikipedia

 
Main page Contacts Search Contacts Search